Stampa
PDF

Cineturismo, in Italia vale 262 milioni

on . Postato in News Cineturismo - News dall'Italia

cineturismoCon ancora negli occhi le immagini dei film visti alla Festa del cinema di Roma, in molti forse stanno già pensando a un nuovo viaggio. Perché, se a farci muovere è sempre e comunque una passione, quella per i luoghi che ci hanno fatto sognare alla tv e ancora di più sul grande schermo è sempre più forte. Ecco allora che si può trarre spunto e ispirazione dal Piemonte tra Alba, Mango e Santo Stefano Belbo visto in Una questione privata dei fratelli Taviani, dai campi del grande tennis internazionale protagonisti del film vincitore Borg McEnroe, dalla Madrid periferica di Abracadabra di Pablo Berger, dalla Bucarest di In Blue di Jaap van Heusden o ancora dalla cittadina della costa francese dove si muovono Catherine Deneuve e Diane Kruger di Tout nous sépare. Una dinamica forte che genera sui territori toccati un ritorno economico non indifferente. A fare i conti è una ricerca di Jfc, società specializzata in indagini sul turismo.
“Le produzioni straniere rappresentano un volano eccezionale per comunicare le bellezze dell’Italia. Il cineturismo in Italia – afferma Massimo Feruzzi, amministratore unico di Jfc e responsabile dello studio – genera sui territori dove avvengono le riprese un beneficio economico pari a 261 milioni 783 mila euro. Di questi, la maggior parte, 198 milioni circa, è data da quanto ‘lasciano’ le produzioni durante le riprese, mentre è minore il valore economico generato da coloro, italiani e stranieri, che scelgono di soggiornare nei luoghi di tali riprese: 63 milioni 878 mila euro. Si calcola, infatti, che i turisti che soggiornano in una località per il solo fatto che lì siano state registrate scene di un film siano 594.800: 508.400 sono italiani e i restanti 86.400 sono invece stranieri. Riusciamo però a raccogliere solo l’1,2% dei soggiorni di “movie-tourist” internazionali”.
Anche la televisione fa la sua parte: basta pensare all?Umbria di Don Matteo e ovviamente alla Vigata di Montalbano, luogo immaginario ma fortemente desiderato, tanto che la ricerca su Google porta 222.000 risultati. Un luogo inesistente ma chiaramente collocato nella mente degli italiani… Viene da chiedersi chi fosse mai andato in vacanza a Santa Croce Camerina, dove si trova Punta Secca, prima che “Il Commissario Montalbano” di Andrea Camilleri arrivasse sugli schermi. Venendo alle mete italiane attualmente in testa alle location più utilizzate – considerate “film friendly” – c’è la “Toscana” che risulta essere la regione più utilizzata per girare film e produzioni straniere con ben il 14,5% delle preferenze. A seguire, troviamo la “Puglia” (9,2%), il “Trentino” (6,9%), la “Sicilia” (6,5%), il “Piemonte” (6,1%), il “Veneto” (5,6%) e la “Lombardia” (5,3%) ed il “Friuli Venezia Giulia” con il 5,2%.
Tutte le altre regioni hanno indici inferiori al 5% ma certo non potenzialità più basse. Secondo Jfc tra le location con maggiori potenzialità per “conquistare” produzioni estere in futuro c?è ancora la Toscana e in particolare l’area di Siena e provincia e la Val d’Orcia, ed a seguire Montepulciano, Lucca, Firenze e Pisa. Nelle altre regioni, le località/ambiti territoriali considerate con maggiori potenzialità sono le Dolomiti (Veneto), il Salento (Puglia) e Torino (Piemonte). A seguire, grande interesse futuro viene riservato anche a Capri e Napoli (Campania), Trieste (Friuli Venezia Giulia), Roma (Lazio), Bologna (Emilia Romagna), Mantova (Lombardia), Siracusa (Sicilia), Matera (Basilicata), Venezia (Veneto) e alla Val Pusteria (Alto Adige). Per trarre ispirazione ci si puo’ perdere sul sito www.italyformovies.it, il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione, realizzato da Istituto Luce-Cinecitta’, in collaborazione con l’associazione Italian Film Commissions e sotto il coordinamento del Mibact.

 

Fonte: www.ildenaro.it

 

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com
Altri Articoli :

» PLACES #7: dal 10 al 12 ottobre torna il Location Tour

Organizzato da IDM Film Fund & Commission dell'Alto Adige. Registi e produttori quest'anno alla scoperta dell'Alta Val Venosta. Presto online i bandi per candidarsiTorna, dal 10 al 12 ottobre 2018, PLACES, l'annuale...

» Antigone il nuovo film Made in Molise

"Lavoreremo con la gente del posto"E' arrivato Antigone, nuova pellicola cinematografica da girare in Molise. Il regista Carlo Benso e la sua troupe hanno già visitato alcuni siti regionali. "Siamo qui per valorizzare...

» Legge Cinema: approvato il disegno di legge sugli interventi regionali

La Giunta regionale ha approvato il disegno di legge sugli "interventi regionali per il Sistema del cinema e dell'audiovisivo in Calabria" che disciplina gli interventi della Regione nel settore delle attività...

» Francesco Ghiaccio e Marco d’Amore a Torino per le riprese di Dolcissime

Quando hai sedici anni il mondo è un casino. Quando hai sedici anni e sei una ragazzina sovrappeso, la battaglia ti sembra persa in partenza. A meno che non ti lanci in un'impresa impossibile. Sono queste le premesse...

» Film Tv Fund: contributi produzione opere audiovisive

Fondi FESR, aperto il primo bando del "Piemonte Film Tv Fund": 1,5 milioni di euro a sostegno delle produzioni audiovisive- È online, sul sito della Regione Piemonte, il primo bando del "Piemonte Film Tv Fund", che...

» Ciak a Pavia

Lo scoutismo venne soppresso dal Consiglio dei ministri. Era il 9 aprile 1928, ma alcuni ragazzi di Milano e Monza continuarono a ritrovarsi in clandestinità. Si chiamavano "Aquile randagie". E proprio "Aquile...

» Cinema brasiliano, riprese anche a Cisternino

"Detetives do Prédio Azul 2", riprese anche a CisterninoAnche il cinema brasiliano approda in Puglia. Dopo aver ospitato produzioni internazionali provenienti da diversi Paesi (America, Cina, Giappone, Francia, Belgio,...

» Film commission, passo in avanti

A seguito dell'approvazione della legge regionale 53/2017 che istituisce l'Abruzzo Film Commission, oggi l'unità operativa che all'interno del Servizio Beni e attività Culturali del Dipartimento Turismo, Cultura e...

» Mickey Rourke e Jacqueline Bisset ad Orvieto sul set del film "The winemaker's son"

Mickey Rourke e Jacqueline Bisset ad Orvieto sul set del film "The winemaker's son"Per la regia di Paul Leitner, le riprese si svolgeranno nel mese di agosto nel quartiere medievale.Sono iniziate il 9 luglio scorso...

» British Columbia per tre

C'è sempre molto da scoprire parlando del Canada, e in attesa di approfondire alcuni set televisivi sono ben tre i film in arrivo che hanno approfittato della British Columbia per realizzare le proprie storie. Come la...