Stampa
PDF

A Treviso, Ca' Sugana si trasforma in un set

on . Postato in News Cineturismo - News dall'Italia

Negli uffici del municipio le scene del film “Mamma o papà” con Paola Cortellesi e Antonio Albanese. Il sindaco di Treviso Manildo: "Un'occasione  per far conoscere a tante persone la nostra città"

paola cortellesi[di Valentina Calzavara] TREVISO. Treviso come Cinecittà, con una curiosità in più: Ca' Sugana che si trasforma in un set cinematografico per un intero pomeriggio. Da ieri, il capoluogo della Marca ospita le riprese del film “Mamma o papà” con Paola Cortellesi e Antonio Albanese nei panni dei protagonisti, e la regia di Riccardo Milani, marito dell'attrice romana.

CIAK SI GIRA. Per il primo “Ciak si gira” è stato scelto il municipio, o meglio, la stanza dell'assessore alla Cultura, Luciano Franchin, piaciuta più di tutte le altre per gli arredi classici e le tante carte disposte sulla scrivania. Un ambiente vissuto e leggermente disordinato ideale per ospitare un interrogatorio in piena regola. Lo studio al primo piano di Ca' Sugana è stato infatti trasformato nell'ufficio di un Comando dell'Arma dei Carabinieri. Alle 14, l'assessore Franchin ha fatto le valigie, si fa per dire, lasciando spazio a macchine da presa, truccatori e costumisti per circa due ore. «È stato divertente, mi sono spostato nell'ufficio accanto e ho proseguito l'attività. Considero l'iniziativa bella e curiosa. Non era mai successo prima che Ca' Sugana fosse invasa da impianti, luci e telecamere per diventare un set in piena regola» spiega Franchin. 

CA' SUGANA IN FESTA. Entusiasta anche il sindaco, Giovanni Manildo, che ha fatto gli onori di casa salutando Paola Cortellesi e tutto il personale impiegato per le riprese. «Ci ha fatto piacere ospitare gli attori e tutto il gruppo Wildside a Ca' Sugana. È stata un'altra occasione per far conoscere a tante persone la nostra città che, non a caso, è stata scelta per la sua bellezza come luogo per girare alcune scene del film» ha commentato il primo cittadino.
Nonostante il copione di “Mamma o papà” sia top secret e le riprese blindatissime, dalle (poche) informazioni che trapelano si sa che il film racconta la vita di una coppia con tre figli che decide di divorziare. Una storia contemporanea, in cui marito e moglie, ormai divenuti “ex”, decidono di inseguire la carriera, andando a vivere agli antipodi del mondo. Proprio i troppi chilometri di distanza saranno alla base dei loro litigi, fino ad arrivare a dichiararsi una guerra senza quartiere per decidere chi dei due genitori dovrà farsi carico della prole.


"MAMMA O PAPA'". Gli ingredienti della commedia ci sono tutti per poter parlare di un film che affronta dei temi scottanti come la genitorialità. «Ho letto la trama in cui si parla di una famiglia che ha qualche momento di crisi e che si trova a vivere dei problemi con i figli. Credo che sia una storia molto moderna. “Signore e signori” ha segnato profondamente Treviso ma credo che anche questo film contribuirà a dare un volto alla città incentrato sul presente, facendolo conoscere al pubblico» aggiunge Franchin. Nei prossimi giorni, e confidando nel sole, le riprese toccheranno da vicino altre location trevigiane. A fare da set saranno palazzo Giacomelli, la chiesa di San Francesco e ponte Malvasia. Alcune scene, incentrate sulla quotidianità famigliare, verranno girate al mercato della frutta e in quello del pesce. Non da ultimo, le telecamere faranno capolino in piazza dei Signori, non nuova al grande schermo.

Fonte: tribunatreviso.gelocal.it

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com