Stampa
PDF

“Tom”: il film sull’alpinista Ballard conquista i film festival internazionali della montagna

on . Postato in News Cineturismo - News dall'Italia

La pellicola sulla vita e le imprese del giovane inglese, che da anni vive e si allena in Val di Fassa, ha già vinto premi alle rassegne di Kendal e Bansko e prossimamente sarà anche sulla piattaforma on demand della Gazzeta dello Sport

Logo VDF«Da quando avevo 10 anni tutto quello che volevo fare era salire. Anche prima della mia nascita ho scalato la parete nord dell'Eiger. Quindi penso che non sia una sorpresa quello che faccio ora». In realtà sono così stupefacenti la vita e le imprese di Tom Ballard, giovane alpinista figlio d’arte dell’inglese Alison Hargreaves (scomparsa sul K2 nel 1993, quando lui aveva 6 anni) che da alcuni anni vive, in modo molto spartano, con il padre in un campeggio della Val di Fassa, da meritare un film: “Tom”. Il lungometraggio (di 67 minuti), uscito a fine 2015, ha già ottenuto premi importanti come “Best Mountaineering Film” al Kendal Mountain Festival (Gran Bretagna) e il riconoscimento speciale della giuria al Bansko International Mountain Film Festival (Bulgaria).
Il film prodotto da KOTTOMfilms e Ruggero Arena, per la regia di Angel Esteban ed Elena Goatelli, racconta l’avventura invernale in solitaria di Tom, compiuta tra dicembre 2014 e i primi mesi del 2015 e chiamata “Starlight ad Stormes” (come il libro dell’alpinista francese Gaston Rébuffat, “Etoile et Tempete”), sulle Tre Cime di Lavaredo, sul Pizzo Badile, sul Cervino, sul Grandes Jorassess, sul Petit Dru e infine sull’Eiger, che lui aveva scalato in grembo alla madre (definita da Reinhold Messner la più forte scalatrice di sempre). «Il climber e fotografo Ruggero Arena - spiega la regista altoatesina Goatelli - si è incaricato delle riprese di montagna e ha seguito Tom fin dove poteva. Le scene d’alta quota sono state girato dallo stesso Tom, con una go-pro, fornendoci così materiale prezioso, che è stato poi montato assieme alle interviste realizzate in Val di Fassa durante i suoi allenamenti».
“Tom”, di cui in questi giorni è stato diffuso il trailer e che vede tra i produttori C.A.M.P Cassin e S.C.A.R.P.A. e tra gli sponsor l’Apt Val di Fassa, partecipa anche alle prossime rassegne di Vancouver, Slovenia e Sheffield e da fine aprile si potrà vedere sulla pagina di video on demand de “La Gazzetta dello Sport”. «Speriamo naturalmente - sottolinea Elena Goatelli - di presentarlo anche al Trento Film Festival, dove probabilmente a marzo conosceremo l’esito dei film selezionati».

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com
Altri Articoli :

» In fondo al bosco, la leggenda dei Krampus e la Val di Fassa

Cronaca e tradizione popolare si mescolano nel film di Stefano Lodovichi ambientato nel Trentino più suggestivo"La cronaca è il punto di partenza", ammette Stefano Lodovichi, regista di In fondo al bosco che dalla...

» A novembre nelle sale 4 film girati nel Trentino

Dal thriller alla commedia: nei cinema di Trento e Canazei quattro film girati in Trentino Eventi a TrentoNovembre mese di cinema in Trentino. Sono quattro i nuovi progetti in arrivo nelle sale di tutta Italia...

» “Se pedali… ti sposo” ..sulle Dolomiti

Il video che lancia la voglia di Dolomiti Lagorai BikeGrande successo per le immagini che promuovono lo spettacolare circuito mtb che unisce la Val di Fassa a Fiemme, Primiero e Valsugana.Le immagini di quel velo da...

» Volkswagen in Val di Fassa

Azione, guida sportiva e le splendide vette ladine per promuovere  gomme invernali e accessori originali della casa automobilistica tedesca Monti, panorami e strade innevate della Val di Fassa hanno colpito ancora al...